Stai visualizzando

Chiese

Chiesa di San Petronio: itinerario artistico

Itinerario artistico La chiesa di San Petronio si presenta con un perfetto stile neoclassico, in un’accentuata simmetria dei volumi, con un marcato richiamo ai numeri uno, due, tre e loro multipli che è presente nell’intera opera architettonica. La chiesa ha pianta basilicale, a tre navate divise con colonne binate; l’altare …

San Petronio, Patrono di Castel Bolognese

San Petronio vescovo di Bologna visse nel V secolo; oscure sono le sue notizie biografiche salvo la data certa della sua elezione a Vescovo di Bologna: 432, quale successore di un altro grande Santo cittadino: Felice. E’ tradizione riferire che, prima di essere Vescovo, egli avesse ricoperto importanti cariche pubbliche. …

La Madonna del Rosario

Questa bella immagine tardo gotica di Madonna col Bambino, venerata col titolo di Madonna del Rosario, è un affresco su muro, staccato, risalente al XV secolo ed attribuita a Giovanni da Riolo (1427-1471); si trova nella cappella centrale della navata sinistra della chiesa di San Petronio. Essa proviene dalla chiesa …

I resti dell’antico fonte battesimale di S. Petronio

Una nuova decorosa sistemazione Un’importante opera di recupero storico – archeologico ha interessato il vestibolo della nuova Cappella dedicata alla Madonna di Lourdes, ricavata nella cosiddetta “sacrestia vecchia” della Parrocchiale di San Petronio. Sono ivi stati collocati sulla parete destra, dopo anni di conservazione nei depositi, i resti lapidei dell’antico …

Le curiosità su San Petronio

Colgo l’occasione della vicinanza delle festività del Patrono per raccontare alcune curiosità storiche, in parte ritrovate riordinando il nostro Archivio Parrocchiale, ed altre rinvenute dall’amico Andrea Soglia. Le carte archivistiche appartengono a due lettere scritte da mons. Antonio Cani, fratello di mons. Giovanni Cani primo vescovo di Rockhampton in Australia …

Chiesa di San Francesco: itinerario artistico

Itinerario artistico L’edificio che si può ammirare attualmente è quello disegnato dall’architetto Francesco Fontana, pur se mutilato in alcune sue parti: le distruzioni belliche hanno travolto il coro, che si aggettava su via Rondanini (un tempo Calcavinazze), arretrando pertanto lo spazio dietro l’altare maggiore e dividendo per sempre la chiesa …