Stai visualizzando

Fatti Storici

Camicie Rosse a Domokos

di Stefano Borghesi – tratto da “La Piè”, n. 4, luglio-agosto 1974 Il reclutamento Il deputato repubblicano Antonio Fratti aveva letto a Forlì il proclama di Ricciotti Garibaldi per reclutare volontari (1). L’appello non poteva non trovare ascolto a Castelbolognese, dove tra i reduci dalle campagne risorgimentali si era costituito …

Relazione sull’amministrazione delle Opere Pie Raggruppate di Castel Bolognese, tenuta dal 6 marzo 1945 dall’Ass. Comunale dr. Antonio Bosi fino al 30 settembre 1945

Introduzione: Antonio Bosi (1915-2006) è stato il notaio che a Castello ancora oggi è ricordato e stimato dai suoi concittadini che l’hanno conosciuto. Alla fine del 1944 quando il fronte si fermò sul Senio, il paese era occupato dai soldati tedeschi e gli esponenti della Repubblica Sociale lo avevano abbandonato …

Castel Bolognese nel vortice della guerra: dicembre 1944 – 12 aprile 1945

Premessa del sito castelbolognese.org: recentemente in Biblioteca comunale è stato reperito un esemplare in fotocopia di questa monumentale ricerca scolastica, manoscritta, risalente al 1984/85, curata dall’allora classe 3A delle scuole Bassi con il coordinamento del maestro Tristano Grandi. Chi avrà pazienza di leggerla capirà l’importanza di questo documento che esamina, …

Le orfanelle delle OO.PP di Castel Bolognese durante la guerra

Inaugurato il 28 ottobre 1935, l’orfanotrofio femminile “Alessandro Ginnasi” funzionò fino al 31 agosto 1969, quando fu chiuso e ben presto (1973) riconvertito in Scuola elementare (oggi primaria) “Alessandro Ginnasi”. Costruito dalla contessa Maria Regoli Ginnasi (1859-1937) in memoria del defunto marito su terreno donato dalla Congregazione di Carità, l’orfanotrofio …

Le orfanelle della “Barsana”

di Maria Landi Nella primavera del 2015 si è festeggiato il settantesimo anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale e, come è naturale, anche della liberazione di Castel  Bolognese, avvenuta il 12 aprile 1945. Il nostro paese subì il lungo martoriato periodo della sosta del fronte, durante l’inverno del 1944/1945. …

Castel Bolognese nel turbine della guerra

Nell’autunno del 1944, la seconda guerra mondiale batte alle porte di Castel Bolognese. Già alcune avvisaglie si erano sentite nel 1943 quando vennero requisite molte campane cittadine e venne installata sulla torre la “sirena” antiaerea, altre si erano affacciate dopo la caduta del fascismo e l’armistizio dell’8 settembre, che ribaltò …