Stai visualizzando

Miscellanea

Il Capodanno a Castel Bolognese. Pregiudizi e costumanze.

di Baccocco Mavena (i.e. Giovanni Bagnaresi) tratto da RIVISTA DELLE TRADIZIONI POPOLARI ITALIANE, 1 febbraio 1894, fasc. 3, pag. 236-238 PROGNOSTICI D’AMORE Gli spilli (A gl’egh). – L’ultima sera dell’anno la zitella che fa all’amore prende quattro spilli: l’uno dal capo verde, l’altro dal capo bianco, il terzo rosso e …

La porzione del frate

Accadeva in tante case delle nostre campagne… di Paolo Grandi Durante la visita guidata dell’1 maggio 2021 al Convento dei Cappuccini ho ricordato la figura del frate questuante o, come tutti lo apostrofavano “il frate cercone”. Egli era presente in tutti i conventi, poiché di elemosina, oltre che dei frutti …

Un castellano alla guida dei riolesi “volanti”

di Sante Garofani Negli anni “70 a Riolo Bagni (rinomata stazione di cura e soggiorno) d’estate, c’era lo “struscio” di corso Matteotti, il mitico dancing “La Lanterna”, il concorso canoro per voci nuove “Anemone d’oro” e le Terme, con puntuale massiccia invasione pacifica di villeggianti. Il progetto Correva l’anno 1971 …

Scuole rurali a Castel Bolognese

di Paolo Grandi Fino al 1973, quando l’ex orfanotrofio Ginnasi fu trasformato nella Scuola Elementare “Alessandro Ginnasi” erano presenti nel territorio del Comune di Castel Bolognese alcune scuole elementari rurali. Ovunque il territorio nazionale ne era pieno: nate infatti per favorire l’abbattimento dell’analfabetismo nelle nuove generazioni, erano posizionate spesso nelle …