L’inno comunale di Castel Bolognese

Sabato 1 giugno 2013, in piazza Bernardi, davanti ad un folto pubblico, è stato eseguito pubblicamente per la prima volta l’Inno di Castel Bolognese. Ad eseguirlo sono stati il gruppo bandistico “Come eravamo Valle Senio” (diretto da Roberto Ricciardelli) e il coro di San Petronio e Pace (diretto da Paolo Grandi), nell’ambito della Festa del gemellaggio e dell’amicizia fra i popoli, organizzata dall’Associazione Gemellaggi Castel Bolognese con il patrocinio del Comune.

L’inno è stato composto da padre Albino Varotti, che ha voluto così omaggiare la città dove attualmente abita e di cui è cittadino onorario (dal 2007). Le parole e la musica dell’Inno sono state gentilmente concesse per la pubblicazione sul sito castelbolognese.org ed essere così messe a disposizione di un pubblico più vasto.

Inno Comunale di Castel Bolognese

Sin dal sorgere nostro la sorte
volle far di Castel Bolognese
un turrito e possente avamposto
di grandiose mirabili imprese
di valore e civili virtù.

Ritornello:

S’elevin inni di gloria
di Castel Bolognese ad onor,
s’innalzi un coro possente
che perpetui di Castel Bolognese
nei secoli la gloria e l’onor.

Qui per fede, per scienza e per arte
per lavoro solerte e industrioso
s’affermarono gli avi gloriosi
tramandando agli eredi
le avite perenni virtù.

Il testo e la musica sono scaricabili in formato pdf:
Inno di Castel Bolognese (parole)
Inno di Castel Bolognese (musica)

Roberto Ricciardelli mentre dirige l'esecuzione dell'inno (foto tratta dal sito Castelbolognese news)

Roberto Ricciardelli mentre dirige l’esecuzione dell’inno (foto tratta dal sito Castelbolognese news)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.