Giovanni Ravaioli (1917-1939), vittima del fascismo

da un testo dattiloscritto, senza titolo, di Pietro Costa Giovanni Ravaioli era figlio di Mario, un fornaciaio socialista. Aveva due fratelli: Sebastiano (Nino de Giavlet, ndr) e Oldana, nome questo imposto dal padre per ricordare un tramviere di Milano, dal cognome Oldani, una delle prime vittime del fascismo. Giovanni era …

Mons. Giuseppe Sermasi (1904-1979)

Cenni biografici (dal volume Sacerdos in aeternum : il clero secolare nella Diocesi di Imola defunto nel secolo 20.) Nato a Borgo Tossignano il 19 novembre 1904, fu ordinato sacerdote il 6 gennaio 1928. Fu vicario cooperatore del parroco della cattedrale di San Cassiano di Imola; vicario cooperatore del parroco …

Il “fiumanone” del 1842 a Castel Bolognese

di Andrea Soglia Se a Faenza l’alluvione del 13-14 settembre 1842 è passata alla storia per il crollo dello storico ponte delle due torri, i suoi effetti a Castel Bolognese oggi sono totalmente sconosciuti a tutti e sfuggiti o quasi ai libri di storia locale finora pubblicati. Il fortunoso ritrovamento …

Individuata dopo alcuni secoli la casa natale di Giovanni Bernardi

di Valentino Donati Giovanni Bernardi, più noto come Giovanni da Castel Bolognese fu grande intagliatore di cristallo di rocca e medaglista, tanto da essere considerato il maggior esponente dell’incisione su pietre dure all’epoca del Manierismo. Nacque a Castel Bolognese nel 1494 da una famiglia di valenti orafi come il padre …

Le orfanelle della “Barsana”

di Maria Landi Nella primavera del 2015 si è festeggiato il settantesimo anniversario della fine della Seconda Guerra Mondiale e, come è naturale, anche della liberazione di Castel  Bolognese, avvenuta il 12 aprile 1945. Il nostro paese subì il lungo martoriato periodo della sosta del fronte, durante l’inverno del 1944/1945. …

Le passerelle sul Senio tra Biancanigo e la Pace

di Paolo Grandi Fino a non molto tempo fa nel tratto di fiume compreso tra Biancanigo e il Ponte del Castello esistevano tre passerelle che servivano alle popolose frazioni faentine di Celle, Casale, Pergola e Pideura per attraversare il Senio e raggiungere Castel Bolognese, molto più vicina per loro rispetto …

Ancora su ferrovie e incidenti sul lavoro

di Andrea Soglia Il 20 dicembre 2014, come si racconta in un’altra pagina di questo sito, è stata scoperta, presso la stazione di Castel Bolognese, una targa a ricordo di tre ferrovieri deceduti nel nostro comune durante la loro attività di servizio: Sante Visani, Benso Benati e Dino Fogli. I …

Il carretto della Murina

di Paolo Grandi Il suo nome è Anna Negrini anzi Domenica per colpa del babbo che si sbagliò davanti all’Ufficiale di Anagrafe ma questa è un’altra storia, però tutti i castellani la conoscono per Anna di Purz. Come è noto, il soprannome si tramanda col diminutivo di padre in figlio …