Stai visualizzando

XIX secolo

Camicie Rosse a Domokos

di Stefano Borghesi – tratto da “La Piè”, n. 4, luglio-agosto 1974 Il reclutamento Il deputato repubblicano Antonio Fratti aveva letto a Forlì il proclama di Ricciotti Garibaldi per reclutare volontari (1). L’appello non poteva non trovare ascolto a Castelbolognese, dove tra i reduci dalle campagne risorgimentali si era costituito …

I Garibaldini di Castel Bolognese

Castel Bolognese, un paese d’indomabili Garibaldini Castelbolognese, durante la seconda guerra mondiale, corse il rischio di essere cancellato completamente. Posto a ridosso della sponda sinistra del Senio, fra l’autunno 1944 e l’aprile 1945 si trovò ad essere “l’ultima spiaggia” del fronte tedesco in Italia, e fu bombardato, cannoneggiato, minato; divenne …

Gli “Otto” di Villa Glori

“Noi andrem a Roma Santa / a dispetto dei Francesi…” Il 23 Ottobre 1867, durante la lotta per la liberazione di Roma, i fratelli Enrico e Giovanni Cairoli di Pavia organizzano a Terni una colonna di 76 volontari, per portare aiuti alla giunta rivoluzionaria romana. Nel vano tentativo di penetrare in …

La Battaglia di Domokos

La guerra greco-turca del 1897 risveglia il filoellenismo degli Europei (Byron e Santorre di Santarosa ne sono stati gli illustri precursori), che ancora una volta si concretizza nella partecipazione alla lotta della Grecia contro l’impero Turco. Gli italiani sono a fianco dei Greci in nome della solidarietà internazionale ispirata agli ideali …

Cimeli dei garibaldini di Castel Bolognese

Presso alcune famiglie castellane è ancora oggi possibile reperire cimeli garibaldini, che i discendenti dei nostri patrioti conservano gelosamente. Camicie rosse, berretti, fotografie, attestati, diplomi, medaglie e oggetti vari sono arrivati fino ai giorni nostri, in alcuni casi in perfetto stato di conservazione. Fra i tanti cimeli esistenti, ne mostriamo …

Giovanni Pirazzini e Antonio Gaddoni

Giovanni Pirazzini, detto Zvanè d’Zagliòna, nato il 4 giugno 1809, partecipò ben presto al movimento cospirativo dimostrando serietà e capacità in quella difficile attività. Si arruolò anche per combattere a Vicenza nel 1848, al fiume Savena nel 1849 e nello stesso anno in difesa di Ancona. Per la sua posizione …

Quando Zagliòna e Brandolino andarono al taglio della testa

Mia nonna Oliva, di cara memoria, mi à, più di una volta, raccontato l’episodio della decapitazione di Pirazzini Giovanni, detto Zagliòna e di Antonio Gaddoni, detto Brandolino eseguita a Castelbolognese. Era, si capiva subito, l’avvenimento più emozionante a cui ella avesse assistito nella sua lunga vita: è morta nel 1922 essendo …