Benvenuti su La Storia di Castel Bolognese

saluti Benvenuti su La Storia di Castel Bolognese

In vista del 15° anno di vita, il sito si rinnova radicalmente e si dà una nuova immagine. Da tempo la sua parte più “tecnica” era da ritenersi obsoleta, ma il lavoro che si prospettava per adeguarla ai tempi andava oltre le mie forze e modeste competenze informatiche, e quindi ho continuato a privilegiare l’arricchimento dei contenuti, pubblicando anche studi e notizie inediti. L’intenzione di rinnovare, però, era stata manifestata sulla vecchia pagina di presentazione e il tacito appello alla collaborazione è stato colto dal giovane castellano Carlo Zuffa, affezionato lettore del sito, che si è offerto di ridisegnare il sito e di riorganizzarne tutti i contenuti, mettendo gratuitamente a disposizione della collettività le competenze di chi, come lui, opera professionalmente nel settore della creazione di siti web.
In un anno di lavoro tutto il sito è stato trasferito su una piattaforma CMS (Content Management System, ossia Sistema di gestione dei contenuti) utilizzata soprattutto per siti di grandi dimensioni, che richiedono frequenti aggiornamenti e aggiustamenti in corso d’opera.
Tutti gli articoli contenuti nel “vecchio” sito sono stati categorizzati, mantenendo all’incirca inalterato il numero delle sezioni fin qui utilizzate ed è stato riorganizzato anche il materiale fotografico. Inoltre è stato introdotto l’uso dei “tag” (parole chiave), che consentono di raggruppare pagine di categorie diverse, ma che contengono notizie affini. La consultazione risulta ancor di più facilitata, poi, dall’uso del motore di ricerca interno al sito. Un modo più dinamico e moderno di navigare, affiancato, comunque, da un metodo più tradizionale: è stato mantenuto, infatti, un indice analitico del sito, simile a quelli che si trovano in appendice ai volumi ricchi di contenuti.
La cosa più importante di tutta questa operazione, a mio avviso, è che ora il sito è completamente ottimizzato per dispositivi mobili (smartphone e tablet): si raggiungerà così tutta quella generazione di ragazzi che oramai si è staccata dai computer per adottare quasi esclusivamente le più nuove tecnologie. Non si dimentichi che lo scopo principale del sito, oltre a voler raggiungere i tanti Castellani sparsi nel mondo, rimane quello di divulgare presso i più giovani “La storia di Castel Bolognese”. Notevole, sotto quest’ottica, anche l’opzione di poter condividere ogni singola pagina sui principali social network.
Un bel balzo in avanti per il più “anziano” sito castellano, che, in 15 anni di vita, ha oltrepassato le 30.000 visite (molte anche di Castellani residenti all’estero) e che conta oramai 400 pagine ricche di storia e di “storie”.
Cosa promettere per il futuro? Sicuramente, specie nella categoria “Biografie di personaggi”, ci sono lacune ancora da colmare (mancano, ad esempio, i tre personaggi castellani più noti nel dopoguerra: Angelo Biancini, Edmondo Fabbri e Francesco Serantini). Verrà arricchita sempre più la categoria “Storie di persone” (dedicata alla memoria di Stefano Borghesi) e continueranno ad essere pubblicati studi inediti su tante vicende dimenticate del periodo della Seconda guerra mondiale e del ‘900 in generale.

Un grosso grazie a Carlo Zuffa per aver assunto su di sè l’impegno della gestione tecnica del sito.

Buona navigazione!!!

21 Settembre 2014

Andrea Soglia