• I “non caduti” per la Patria: la Grande Guerra continuò ad uccidere tanti giovani anche vari anni dopo la sua fine

    di Andrea Soglia I loro nomi non sono scolpiti sulle lapidi dedicate ai caduti nella chiesa di San Sebastiano e non compaiono nel “volumone” dedicato all’Emilia-Romagna della serie “Militari caduti nella guerra nazionale 1915-1918, Albo d’oro”. Eppure erano ritornati dal fronte stremati dal lungo servizio e con la salute fisica …

  • Le “speranze troncate” dell’aspirante medico Enzo Brunetti (1893-1922)

    di Andrea Soglia con la collaborazione dell’Archivio Storico Popolare di Medicina (BO) Enzo Brunetti nasce a Castel Bolognese l’1 dicembre 1893 da Oreste e Domenica Martini. Il padre, originario di Faenza, è titolare della condotta veterinaria di Castel Bolognese sin dal 1890 mentre la madre è nativa di Tossignano e …

  • P. Francesco Antonio Samoggia (1891-1961)

    Eletto Superiore del Convento dei Cappuccini di Castel Bolognese nel luglio del 1941, padre Samoggia lasciò un ricordo indelebile a Castel Bolognese, specialmente nei mesi dell’estate-autunno 1943 che videro dapprima la caduta del Fascismo, poi l’armistizio dell’8 settembre e infine l’occupazione tedesca e la proclamazione della Repubblica Sociale. Dotato di …

  • Gianni Piancastelli (1892-1917)

    di Enzo Brunetti “In valoroso crepuscolo di vita – tolto – a la tenue illusione di vita – che lentamente fiorendo declinava”. Così per la sua tomba un altro glorioso caduto: Tullio Bolognini. E nessuna espressione migliore poteva ritrarci il nostro morto. GIANNI PIANCASTELLI, nato a Castelbolognese il 22 maggio …

  • Caffè e osterie nei ricordi della vecchia Castello

    di Mario Santandrea (1891-1994) tratto da “Presenza socialista”, n. 1, 1981 Da molti anni a Castello non esistono più osterie e i vecchi caffè di un tempo hanno totalmente cambiato aspetto. Nei primi anni del secolo esistevano ancora una decina di osterie tutte dentro la cerchia delle vecchie mura, ad …

  • Il grido di Sandro Pertini nei ricordi di Pietro Costa

    di Stefano Borghesi A partire dal 1925 la dittatura fascista compie una svolta radicale nella direzione totalitaria. L’approvazione delle leggi liberticide e l’istituzione del Tribunale speciale per la difesa dello Stato costituiscono una minaccia ed una sfida ad ogni forma di opposizione. La repressione del dissenso assume l’aspetto di una …

Gianni Piancastelli (1892-1917)

di Enzo Brunetti “In valoroso crepuscolo di vita – tolto – a la tenue illusione di vita – che lentamente fiorendo declinava”. …

La puntura americana

di Andrea Soglia Chi l’ha conosciuto bene in paese o chi l’ha avuto come insegnante (di matematica e scienze naturali) alle scuole …