• Il trebbo di Castel Bolognese del 13 marzo 1966

    testo tratto da La Piè, marzo-aprile 1966 Scriviamo a caratteri d’oro il Trebbo di Castelbolognese, la cittadina a noi prediletta perché consacrata dalla tradizione quale generoso asilo dove i viandanti sono dei graditi ospiti, quale nido di poeti e di eroi e dove la bandiera della libertà non è mai …

  • Il generale Umberto Rosato, castellano di adozione, al vertice della Guardia di Finanza

    a cura di Paolo Grandi Tra i suoi illustri figli, seppur d’adozione, Castel Bolognese vanta anche il generale Umberto Rosato, Comandante Generale della Guardia di Finanza nel biennio 1967-1969. Aveva sposato la contessa Teresa Giacometti, figlia di Maddalena Gottarelli e nipote dell’avvocato Francesco Gottarelli, artefice del restauro di San Sebastiano …

  • La cavalla galeotta

    (Introduzione) Un caso davvero fortunato ci ha permesso di (ri)dare un volto e un nome (altrimenti destinati all’oblio) a Masone di Carvàia, uno dei protagonisti assieme a Ribelle Cavallazzi di questo elzeviro di Serantini. Siamo partiti dal ritrovamento della foto che vedete; ci siamo ricordati di averla vista in giro …

  • Francesco Berti (1838-1867) e Arnaldo Cavallazzi (1848-1867)

    di Alessia Bruni Francesco Berti, figlio di Giovanni e Cristina Budini, nacque a Castel Bolognese il 20 ottobre 1838. Fratello di Ettore Berti (ufficiale nell’esercito regolare, successivamente Presidente della Società dei Reduci di Castel Bolognese), cugino di Mario Giommi (volontario con Giuseppe Garibaldi nel 1866, poeta e pittore, chirurgo eminente) …

  • Bruno Violani (1921-2001)

    Ricordando Bruno Violani di Stefano Borghesi (da Il Nuovo Diario Messaggero del 25 agosto 2001) Vivo rimpianto ha suscitato la repentina scomparsa di Bruno Violani, molto conosciuto e stimato a Castel Bolognese dove era nato l’8 marzo 1921 e dove operava come pittore in via Trieste. Apparteneva ad una generazione …

  • Relazione sull’amministrazione delle Opere Pie Raggruppate di Castel Bolognese, tenuta dal 6 marzo 1945 dall’Ass. Comunale dr. Antonio Bosi fino al 30 settembre 1945

    Introduzione: Antonio Bosi (1915-2006) è stato il notaio che a Castello ancora oggi è ricordato e stimato dai suoi concittadini che l’hanno conosciuto. Alla fine del 1944 quando il fronte si fermò sul Senio, il paese era occupato dai soldati tedeschi e gli esponenti della Repubblica Sociale lo avevano abbandonato …

La cavalla galeotta

(Introduzione) Un caso davvero fortunato ci ha permesso di (ri)dare un volto e un nome (altrimenti destinati all’oblio) a Masone di Carvàia, …

Bruno Violani (1921-2001)

Ricordando Bruno Violani di Stefano Borghesi (da Il Nuovo Diario Messaggero del 25 agosto 2001) Vivo rimpianto ha suscitato la repentina scomparsa …

Camicie Rosse a Domokos

di Stefano Borghesi – tratto da “La Piè”, n. 4, luglio-agosto 1974 Il reclutamento Il deputato repubblicano Antonio Fratti aveva letto a …